La Rubrica Della Poesia

Atupele sarà maestra
scrive il silenzio tra gli alberi
il cielo muto ascolta la voce
di Atupele che sarà infermiera
o quella nuvola
che nel vento gira il mondo

sarà figlia Atupele
tutte le volte che cantano
le sorelle sarà giovane
sull’ombelico della città
cammina dagli occhi alla luna
alle farfalle dei campi

Atupele ci verrà incontro
un passo mille passi
e la musica che accompagna
le gocce di pioggia

Atupele sarà il sogno
il mondo corretto
rivisitato e musicato
un continente contagioso
la grazia leggera di ragazze
che non vogliono partire

Atupele sarà una medicina
per tutti i figli tornati dalla fame
una fotografa tra la gente
che piega le gambe
per una buona inquadratura
sarà il cimitero il luogo
dei rimpianti i delitti la campana
del terrore l’ombra smarrita
che non lascia segni

Atupele è la barca del coraggio
dopo mille chilometri e
nel buio frusta l’onda
di una terra di pietra che dura
nel cuore scoppiato
un fragore lento antico

Atupele è il fiore
sbocciato nel petto come il suo
colore non più nascosto
di festa e di risa quando
anche l’aria ha il pudore
dell’estati improvvise

Armando Cittarelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...